Pratiche Tribunale di Roma per Casellario Giudiziale o Carichi Pendenti

Pratiche Tribunale di Roma per Casellario Giudiziale o Carichi Pendenti

Lo Studio 3FV effettua per terzi disbrigo pratiche al Tribunale di Roma come una vera e propria agenzia di servizi e pratiche tribunale, facendo però leva sull’aspetto umano e della consulenza personalizzata. Perché si ha necessità di un certificato casellario giudiziale o di una richiesta carico pendente su Roma? Lo Studio 3FV si occupa di tutte le pratiche al tribunale, siano esse per richieste del Casellario Giudiziale e/o Carichi Pendenti. I consulenti di Studio 3FV effettueranno la pratica per Clienti che necessitano del Certificato, quale documento ufficiale che permette di conoscere i procedimenti penali in corso a carico di un determinato soggetto, e gli eventuali relativi giudizi di impugnazione, permettendo così al cliente di risparmiare tempo e ridurre lo stress derivante dal disbrigo di pratiche burocratiche.

Disbrigo pratiche Tribunale Roma, quali sono

L’Ufficio del Tribunale di Roma, ovvero l’ufficio del Casellario di Roma, rilascia le seguenti pratiche:

  • Certificato del casellario giudiziale
  • Certificato dei carichi pendenti
  • Certificato dell’Anagrafe delle sanzioni amministrati-ve dipendenti da reato
  • Certificato dell’Anagrafe dei carichi pendenti degli illeciti amministrativi
  • Certificato penale richiesto dal datore di lavoro privato

Certificato del Casellario Giudiziale Roma, cos’è e come richiederlo

Il Certificato del Casellario Giudiziale Roma viene rilasciato dall’ufficio preposto su richiesta del diretto interessato o tramite una delega a Studio 3FV. L’ufficio del Casellario è sito presso ogni Procura della Repubblica, e rilascia all’interessato il certificato del casellario giudiziale (art. 24 T.U.) che contiene i provvedimenti in materia penale, civile e amministrativa. Il Certificato del casellario Giudiziale contiene informazioni relative a i:

  • Provvedimenti penali di condanna definitivi
  • Provvedimenti afferenti all’esecuzione penale
  • Provvedimenti relativi alla capacità della persona – interdizione giudiziale, inabilitazione, interdizione legale, amministrazione di sostegno
  • Provvedimenti relativi ai fallimenti – i quali non sono più iscrivibili dal 1°gennaio 2008
  • Provvedimenti di espulsione e ricorsi avverso questi

A partire dal 26 ottobre 2019, data di entrata in vigore del decreto legislativo n. 122/2018, il certificato del casellario giudiziale riassume gli ex certificati penale e civile, di cui ai previgenti articoli 25 e 26 T.U.) e, per il cittadino italiano, contiene anche l’attestazione relativa alla sussistenza o non di iscrizioni nel casellario giudiziale europeo.

Certificato del Casellario Giudiziale Roma: casi particolari, minori e deleghe

Sono stati individuati dal legislatore alcuni casi particolari che riguardano alcune categorie specifiche. In casi come questi è ancora più opportuno rivolgersi ad un consulente fidato e con esperienza per far sì che la pratica vada a buon fine nel minor tempo possibile. Rientrano nei casi particolari per la richiesta del Certificato del casellario giudiziale Roma:

  • I minorenni: per i minorenni la domanda va presentata dal soggetto esercente la potestà genitoriale se il minore non ha compiuto 16 anni
  • Gli interdetti: la domanda va presentata dal tutore, che deve esibire il decreto di nomina
  • Una persona detenuta, o inserita in una comunità terapeutica: il soggetto interessato può inoltrare la richiesta per posta o tramite un delegato o, se sprovvista di documenti, con richiesta vistata dal direttore ovvero dall’ufficio matricolare del carcere
  • Una richiesta proveniente dall’estero, per la quale occorre richiedere il Certificato casellario giudiziale e dei carichi pendenti richiesti dall’estero.

Il certificato del casellario giudiziale ha una validità di 6 mesi dalla data di rilascio. Per la sua richiesta ci sono un prezzario ufficiale e delle esenzioni in base alle necessità di richiesta. Per questo ed altri motivi e per accorciare i tempi di disbrigo pratiche al Tribunale di Roma, è opportuno rivolgersi ad un consulente fidato come Studio 3FV che possa occuparsi di tutte le pratiche di rilascio del certificato giudiziale a Roma.

Richiesta carichi pendenti Roma, come e dove richiedere il Certificato dei carichi pendenti

ll Certificato dei Carichi Pendenti è un documento, rilasciato dal Tribunale, che permette di conoscere se e quali sono i procedimenti penali in corso a carico di un determinato soggetto e gli eventuali relativi giudizi di impugnazione. Studio 3FV è l’agenzia pratiche al Tribunale a cui affidarsi nel caso in cui si abbia necessità fare richiesta di carichi pendenti a Roma.

“In attesa dell’attivazione del casellario nazionale dei carichi pendenti, il certificato è rilasciato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale che ha giurisdizione sul luogo di residenza dell’interessato e riporta i procedimenti pendenti presso detto ufficio nonché quelli in corso presso le procure distrettuali antimafia (“DDA”), di cui ha ricevuto comunicazione. Non sussistono comunque divieti al rilascio da parte di una Procura diversa da quella di residenza, in tal caso il certificato riporterà i soli procedimenti pendenti presso il relativo Tribunale”

Il Certificato dei Carichi Pendenti può essere richiesto per vari motivi, tra cui un’assunzione su un nuovo posto di lavoro, la partecipazione ad una gara d’appalto o per una causa legale. Il certificato dei carichi pendenti, che ha validità di 6 mesi dalla data del suo rilascio, può essere richiesto:

  • Dall’interessato o da persona da lui delegata
  • Dalle pubbliche amministrazioni o dai gestori di pubblici servizi, quando il certificato è necessario per l’espletamento delle loro funzioni
  • Dall’autorità giudiziaria penale, che provvede direttamente alla sua acquisizione
  • Dal difensore dell’imputato, nei confronti della persona offesa o del testimone

Anche per questa, come per altre pratiche da richiedere al tribunale di Roma, sono previsti dei Casi particolari:

  • per i minorenni, la domanda va presentata dal soggetto esercente la potestà genitoriale, se il minore non ha compiuto 16 anni
  • per gli interdetti, la domanda va presentata dal tutore, che deve esibire il decreto di nomina
  • la persona detenuta, o inserita in una comunità terapeutica, può inoltrare la richiesta per posta o tramite un delegato, o, se sprovvista di documenti, con richiesta vistata dal direttore ovvero dall’ufficio matricolare del carcere
  • richiesta dall’estero, la domanda può essere presentata dall’interessato per posta o tramite un delegato.

Data la complessità delle variabili di prezzi, richieste e modalità per il Certificato dei Carichi Pendenti a Roma, è opportuno rivolgersi ad ‘agenzia per il disbrigo pratiche al Tribunale che possa controllare i requisiti ed ottenere il documento nel minor tempo possibile. Studio 3FV è a disposizione dei propri clienti per agevolare il disbrigo pratiche al Tribunale di Roma, inviando i propri consulenti per la richiesta del Certificato dei carichi pendenti e del Certificato del Certificato del Casellario Giudiziale.

Contattaci e Inviaci la tua Richiesta